Itinerario culturale Trapani

vacance_ericeErice con i dolcini ericini… Una cittadina
medievale alle porte di Trapani dove
trascorrere mezza giornata ammirando le
tipiche stradine con l’antico basolato e
scoprire antiche chiese, torri, castelli,
palazzi, case delle persone comuni con i
loro loro cortiletti. Da non perdere i dolci
tipici ericini ed il Giardino del Balio
ammirando i castelli ed il
panorama dall ’alto sul versante del Monte Cofano,
sulle saline di Trapani e isole Egadi.
trapani_siciliaDalla Via del Sale a Marsala – Mazara…
Via del sale… Antichi mulini tra aglio rosso e
sale marino e Mozia. La via del sale, dal
binomio arte e natura con gli antichi mulini
che si specchiano nelle vasche di sale dove i
fenicotteri rosa ed aironi trovano qui il loro
habitat naturale… E quindi il sale, l’oro
bianco di Trapani con le sue
proprietà salutari dal gusto intenso… per poi finire a Mozia,
isoletta con i resti della dominazione fenicia ed i preziosi
reperti conservati nel museo Whitaker dell’isola!
marsalaMarsala: Una città piena di storia scoprendo
le strade del centro storico, i musei che
conservano antichi reperti archeologici
come la nave punica, Garibaldi e i 1000. Da
non perdere le cantine storiche dove
degustare il vino Marsala tra storia e
tradizione ammirando le antiche botti
custodite dagli archi di tufo.
Mazara cittadina araba conserva ancora oggi il suo fascino
nel quartiere della Casbah, è ricordata soprattutto per l’antica
statua bronzea del Satiro Danzante conservata nella chiesa
di Sant’Egidio.

selinunte_zona_archeologicaSegesta – Selinunte… due siti archeologici che con le loro rovine, templi e teatro greco, fanno vivere al visitatore l’ emozione dell’ antichità nel contrasto fra le tipiche valli siciliane, in fiore in primavera, aspre e selvagge con i toni dorati nel periodo estivo

La Valle del Belice con i paesini dell’entroterra da Salemi, Castelvetrano, Gibellina nascosti fra le antiche valli coltivate principalmente ad uliveto per poi fermarsi nei tipici ristorantini dell’entroterra dove degustare le tipicità dell’entroterra siciliano dal pane nero d Castelvetrano, La Vastedda, presidi slow food al salame di Santa Ninfa.